23
OTT
2010

L'Utilizzo del Compost

Il Compost può essere validamente utilizzato in qualità di concime e di ammendante in molti settori, ma anche nelle operazioni preimpianto di alberi ed arbusti e successivamente essere interrato tramite lavorazione meccanica ...

CAMPI DI UTILIZZO DEL COMPOST E DOSI DI IMPIEGO


Il Compost può essere validamente utilizzato in qualità di concime e di ammendante in molti settori, ma anche nelle operazioni preimpianto di alberi ed arbusti e successivamente essere interrato tramite lavorazione meccanica superficiale alla profondità di 20 cm. Può costituire un ottimo mezzo per realizzare concimazioni organiche di fondo prima di semine o trapianti in giardini e aiuole; il materiale và poi interrato tramite vangatura o zappatura nei primi 10-20 cm di terreno. Può essere utilizzato per realizzare concimazioni di fondo di terreni destinati ad ospitare colture orticole se distribuito prima della semina o del trapianto  e successivamente interrato  nei primi strati superficiali. Si può utilizzare il Compost anche per operazioni di risemina del prato se miscelato con sabbia o terra (miscela con 30-40% di Compost).

 
 
Il Compost di Qualità Aciam è iscritto al "Registro dei fertilizzanti consentiti in agricoltura biologica"
 
1. Frutticoltura Specializzata
2. Orticoltura
3. Pieno campo/Colture estensive
4. Verde ornamentale
5. Ripristini ambientali
6. Pacciamatura
7. Produzione di Substrati Colturali
8. Risanamento Ambientale

1. Frutticoltura Specializzata
Il Compost può essere utilizzato in frutticoltura specializzata, sia in pre-impianto, interrandolo con lavorazioni meccaniche allo scasso o all’aratura tradizionale, che in copertura, con distribuzione autunnale o inizio-primaverile sulla fila o nell’interfila procedendo con una lavorazione sotto-superficiale (<10 cm). Il prodotto, se non interrato, manifesta anche una parziale azione pacciamante.
Dose consigliata:  •  pre-impianto: 30-40 t/ha  •  in copertura: 40-50 t/ha

2. Orticoltura
Il Compost può essere utilizzato sia in orticoltura specializzata (serra) sia in orticoltura domestica. I suoli dove vengono praticatele colture protette, data l’intensità colturale, tendono ad impoverirsi e richiedono ricarichi di sostanza organica elevati ( 4-5 fertilizzazioni nell’arco della stagione vegetativa). Il prodotto viene distribuito in tunnel durante tutto l’arco dell’anno prima della semina o del trapianto. Dopo la distribuzione, è opportuno intervenire con aratura o fresatura, al fine di interrare il compost e incorporarlo al terreno, per una profondità di almeno di 20-30 cm. Dose consigliata: 20-40 t/ha
Nell’orto domestico può essere utilizzato per una concimazione di fondo interrandolo tramite vangatura (10-15 cm) nella stagione autunnale o in primavera prima della semina o trapianto. Dose consigliata: 2-3 kg/mc

3. Pieno campo/Colture estensive
Con il Compost è possibile incrementare le produzioni di colture erbacee, quali cereali, foraggere, piante industriali. Può essere ragionevolmente distribuito in pre-aratura. Le dosi impiegate variano in funzione delle asportazioni delle singole colture e della dotazione del terreno. Dopo la distribuzione, è opportuno intervenire con aratura o fresatura, al fine di interrare il compost e incorporarlo al terreno, per una profondità di almeno di 20-30 cm. Dose consigliata: 20 a 50 t/ha

4. Verde ornamentale
Nella produzione di alberi ed arbusti il Compost è utilizzato per la realizzare una concimazione preimpianto. Dopo la distribuzione il prodotto deve essere interrato tramite lavorazione meccanica superficiale (~ 20 cm). Dose consigliata: 30/40 t/ha
Per la realizzazione di giardini e aiuole si procede con una concimazione di fondo del terreno prima di semine e trapianti; dopo la distribuzione il Compost và opportunamente interrato a 10-20 cm di profondità con una vangatura o zappatura. Dose consigliata:10-15 kg/mc
Per la realizzazione di prati si procede con una concimazione presemina. Dose raccomandata: strato sottile omogeneo di 0.5 cm miscelando il Compost con la sabbia al terreno (circa 30-40 % di Compost).

5. Ripristini ambientali
Le aree soggette all’estrazione di materiali inerti, a seguito del loro sfruttamento, si presentano come substrati sterili, spesso eccessivamente verticalizzati e quindi non più idonei all’insediamento di specie vegetali. Questo comporta in genere un impatto paesaggistico non indifferente concorrendo al contempo alla riduzione della capacità di ritenuta degli efflussi idrici meteorici. Per una gestione più sostenibile delle attività estrattive, si è diffuso negli ultimi anni il ricorso all’utilizzo del Compost per riqualificare l’ambiente delle cave dismesse. Questo consente il miglioramento delle condizioni pedologiche dei siti interessati, nonché il miglioramento delle condizioni di attecchimento e di sviluppo delle specie vegetali.

6. Pacciamatura
Per il controllo delle infestanti e per il mantenimento della giusta dose di umidità del terreno, in aggiunta all' apporto di sostanza organica, si può distribuire uno strato di Compost uniforme sulla superficie interessata. Dose consigliata: strato di 5-10 cm da ricostituire ogni 2-3 mesi

7. Produzione di Substrati Colturali
Il Compost può essere miscelato con diverse matrici, quali torba, sostanze inerti (pomice, perlite, sabbia…) o concimi (idrosolubili, a lenta cessione, a cessione programmata…) per realizzare substrati colturali professionali, destinati all’utilizzo in florovivaismo, o da hobbistica, destinati alconsumo amatoriale e alla grande distribuzione.

8. Risanamento Ambientale
Il Compost è da tempo utilizzato nelle attività di bio-remediation per il risanamento di suoli inquinati.
 

LA DISTRIBUZIONE


Il Compost è un prodotto maturo che non richiede stoccaggio in azienda; la sua uniformità e il basso contenuto di umidità lo rendono un prodotto facile da maneggiare e da distribuire. Il Compost può essere agevolmente distribuito tramite tradizionali spandiletame, adottando, se necessario, dei semplici accorgimenti che tengano conto del minor contenuto di umidità e della pezzatura più fine. Aciam S.p.A. si sta organizzando per mettere a disposizione dei suoi clienti, in comodato d’uso, un’apposita macchina spandicompost.