Tag Cloud

A A A
Sei in: Comunicazione » Campagne Informative »Il Circuito del Riciclo
23
OTT
2010

Il Circuito del Riciclo

Percorso allegorico in pił tappe sulle attivitą di gestione dei rifiuti
 

Il Circuito del Riciclo


Il Circuito del Riciclo è un allestimento ideato e realizzato da Aciam S.p.A. per dare una forma concreta e visibile alle attività di raccolta, stoccaggio e riciclaggio dei materiali differenziati. Si tratta di un percorso allegorico in più tappe sulle attività di gestione dei rifiuti, costruito tra due file di pneumatici fuori uso per una estensione areale di circa 200 mt quadrati. All’interno del circuito sono state realizzate più aree di sosta che identificano il ciclo di utilizzo-raccolta-trasformazione dei materiali differenziati: carta, plastica, vetro-metallo, organico e rifiuto indifferenziato. Il percorso, riservato ai pedoni, inizia con il DIVIETO DI ACCESSO all’area del rifiuto indifferenziato, a simboleggiare la necessità di compiere un intero ciclo di differenziazione prima di accedere alla discarica; il segnale di SENSO UNICO indica l’obbligatorietà di percorrere le diverse tappe della differenziazione, caratterizzate ciascuna da materiale differenziato post consumo, dai contenitori stradali, da balle o cumuli di materiale in stoccaggio e da beni realizzati con il materiale riciclato.


All’arrivo nella stazione della discarica i visitatori si trovano davanti dei segnali di STOP ad indicare la necessità di fermare lo smaltimento indiscriminato dei rifiuti. L’allestimento è stato proposto per la prima volta nel corso della manifestazione “sulle orme della natura” tenutasi ad Avezzano il 17 e 18 maggio 2008.

In tale occasione numerosi sono stati i cittadini che hanno chiesto di poter fare un giro nel circuito, da soli o accompagnati dagli addetti Aciam pronti dare le necessarie spiegazioni; naturalmente i visitatori più interessati sono stati i bambini accompagnati dai genitori o dalle scolaresche particolarmente attratti dall’argomento. Apprezzamenti per l’iniziativa sono stati raccolti dal Sindaco di Avezzano e dagli Assessori all’Ambiente della Provincia dell’Aquila e della Regione Abruzzo che non hanno voluto rinunciare al loro giro nel circuito.